Newsletter Marcadoc




Azienda Agricola Cecchetto Giorgio


articolo collegato: Il Raboso del Piave di Giorgio Cecchetto premiato dalle guide 2013

__________

La storia di Giorgio Cecchetto si intreccia saldamente con quella della sua terra e del suo vitigno più importante, il Raboso del Piave, un vitigno difficile da domare ma capace di colpire con il suo carattere ruvido, spavaldo, a tratti scontroso. Pertanto la produzione e la maggior parte degli sforzi aziendali sono tesi alla valorizzazione di questo vino, il figlio prediletto. In questa cantina si possono assaggiare diverse prove, interpretazioni, versioni, esperimenti, discutere di legni, affinamenti, vendemmie, strategie di vinificazione, appassimenti riguardanti questo vitigno della provincia trevigiana tradizionalmente incline alla spigolosità e qui interpretato secondo uno stile più moderno.


IL RABOSO DELLA CONFRATERNITA

Sabato 17 aprile 2010, presso la Sala Degustazione della Scuola Enologica "Cerletti" di Conegliano, la dodicesima selezione annuale del "Raboso della Confraternita", mediante la quale una commissione composta da produttori, sommeliers e giornalisti enogastronomici sceglie, fin dal 1998, il vino che per un anno rappresenterà il Raboso della Confraternita, associazione che da oltre dieci anni lavora infaticabilmente alla rivalutazione e alla promozione dell'unico vitigno autoctono a bacca rossa della Marca Trevigiana. La selezione 2010 ha eletto come "Raboso dell'anno" il nostro Raboso Piave Doc 2006, per la nona volta. Ci onora che sia ancora la nostra azienda a rappresentare la migliore espressione di questo vino che racchiude in sé storia, cultura e tradizioni del nostro territorio.

Raboso Piave D.O.C. 2006

Il Raboso Piave, cavallo di razza difficile da domare, dimostra il suo carattere già in vigneto avendo un ciclo vegetativo molto lungo: germoglia per primo ed è una delle ultime uve ad essere raccolta. Questo lo rende un vitigno unico, fra i più tipici della DOC Piave, quasi estremo, e forse per questo lasciato in disparte, perché intimorisce per la sua natura forte e rabbiosa.
Per svelare il meglio di sé richiede tempi lunghi, pazienza e una certa dose di coraggio.

VENDEMMIA: 31 ottobre 2006
VITIGNO: Raboso Piave
ZONA DI PRODUZIONE: Tezze di Piave (TV)
TIPOLOGIA DEL TERRENO: Terreno alluvionale sciolto e ben drenato, derivante dalla sedimentazione nel corso dei secoli dei detriti ghiaiosi portati dalle piene del fiume Piave
TECNICA DI PRODUZIONE: Raccolta delle uve con lieve surmaturazione in pianta e vinificazione con macerazione in tini di rovere per 12 giorni
CONSERVAZIONE ED AFFINAMENTO: Il vino viene affinato per il 40% in barriques e il rimanente in botti di rovere di slavonia da Hl. 30 per almeno 14 mesi
IMBOTTIGLIAMENTO: 31 marzo 2009 e sosta in cantina per altri 8 mesi
CARATTERISTICHE ORGANOLETTICHE: Colore rosso rubino intenso con riflessi granati.
Bouquet pieno, ampio, gradevole, ricorda la marasca, la mora selvatica, la vaniglia, il cuoio, il tabacco e la viola. Sapore secco, austero, con una tannicità e un'acidità gradevolmente nobilitate dall'apporto alcolico
GRADAZIONE ALCOLICA: 13% vol
ACIDITA' TOTALE: 6,60 per mille
ESTRATTO SECCO TOTALE: 32 gr/l


Azienda Agricola Cecchetto Giorgio
Via Piave, 67 - 31028 Tezze di Piave (TV)
Tel. +39 0438 28598 - Fax +39 0438 489951
info@rabosopiave.com - www.rabosopiave.com

Azienda Agricola Cecchetto Giorgio

La cantina Cecchetto, nata da una lunga tradizione familiare che la unisce alla coltivazione della vite e alla produzione del vino, ha la sua sede principale a Tezze di Piave, nel cuore dell'area Doc Piave, in provincia di Treviso.

La storia di Giorgio Cecchetto si intreccia saldamente con quella della sua terra e del suo vitigno più importante, il Raboso del Piave, un vitigno difficile da domare ma capace di colpire con il suo carattere ruvido, spavaldo, a tratti scontroso. Pertanto la produzione e la maggior parte degli sforzi aziendali sono tesi alla valorizzazione di questo vino, il figlio prediletto, tanto da raccogliere in un libro, in tre anni di lavoro, le preziose testimonianze di cinque autori sul tema Raboso: Antonio Calò già direttore dell'Istituto Sperimentale per la Viticoltura; Francesco Francini medico nutrizionista e docente all'Università di Padova; Paolo Lauciani giornalista collaboratore della rubrica "Gusto" Tg5; Giampiero Rorato studioso di enogastronomia; Diego Tomasi agronomo.

Nel testo IL RABOSO DEL PIAVE – Fascinosa realtà delle terre del Piave (anche in lingua inglese) si rivaluta l'autenticità del Raboso del Piave, un vino autoctono, ma soprattutto, come sostiene Cecchetto: "un patrimonio che si esprime attraverso la sua terra ed il rincorrersi di stagioni più o meno favorevoli: interpretato dalle sue genti, che raccolgono l'eredità di più di cinquecento anni di storia, la custodiscono con amore paterno e la affidano integra ed inossidabile al luminoso futuro del Raboso che verrà".

Grande impegno anche per il resto della produzione Cecchetto, come il "Sante Rosso" un Merlot Piave Doc premiato con il titolo di "Miglior Merlot d'Italia" per il secondo anno consecutivo: quest'anno con la vendemmia 2007 e lo scorso anno con la vendemmia 2006 . I riconoscimenti sono giunti dal concorso nazionale dei Merlot d'Italia di Aldeno (TN). Il “Sante Rosso”, viene prodotto solo nelle migliori annate e sviluppa un concetto moderno ed attuale: la tracciabilità delle uve.

articolo collegato: Gelsaia 2007 Cecchetto un Raboso Piave da collezione

Per informazioni e contatti:

Azienda Agricola Cecchetto Giorgio
Via Piave, 67 - 31028 Tezze di Piave (TV)
Tel. +39 0438 28598 - Fax +39 0438 489951
info@rabosopiave.com - www.rabosopiave.com






Copyright (C) 2011. Marcadoc.it. Tutti i diritti riservati.