Newsletter Marcadoc




Librovagando 2012 a Montebelluna e Treviso - 14 e 15 luglio


LIBROVAGANDO, ANNO QUARTO. LA MARATONA DI LETTURE AD ALTA VOCE SI FA IN DUE
APPUNTAMENTO SABATO 14 LUGLIO A MONTEBELLUNA E DOMENICA 15 LUGLIO A TREVISO
IN VIAGGIO NEL MONDO DELLE PAROLE E DELLE VITE DI UOMINI E DONNE

Librovagando, maratona di letture ad alta voce, condivise collettivamente, ritorna ad animare la notte trevigiana di voci, parole e note con attori e musicisti professionisti, che si passeranno il testimone leggendo una selezione di brani letterari seguendo il filo di un tema che lega insieme i momenti di lettura e gli interventi musicali. La prima edizione 2009 è stata un omaggio corale ad una straordinaria protagonista della cultura italiana ed europea, Fernanda Pivano, e ai protagonisti della Beat Generation. La seconda edizione, nel 2010, "La fine del mondo" ha visto gli artisti coinvolti interpretare - attraverso la letteratura, la musica, il cinema - la propria idea di fine, di termine, di confine. Nel 2011 Librovagando per l'Europa - La scoperta. è stato un viaggio simbolico nella letteratura e nella musica europea contemporanea. Tre anni di crescente consenso di pubblico e critica, che nell'estate 2012 sfociano in due distinti eventi e luoghi, all'interno di un unico progetto concepito dal direttore artistico "storico" della manifestazione, l'attore e regista Mirko Artuso. Il filo conduttore proposto sono le parole di uomini e donne che raccontano sentimenti, emozioni, esistenze ed esperienze che li legano alla loro terra. .

LIBROVAGANDO MONTEBELLUNA sabato 14 luglio ore 21 nel Cortile delle Case Rosse in via Sansovino 2 ,nei pressi della Caserma Carabinieri (in caso di maltempo lo spettacolo si terrà nell'auditorium della Biblioteca Comunale). Con Natalino Balasso, Mirko Artuso, Roberta Biagiarelli, Gianni Rigoni Stern, Tractor Band.Ideazione e regia Mirko Artuso, con la collaborazione di Cristiana Sparvoli, Ricky Bizzarro e dell' Ass. Bel Teatro con il patrocinio e il sostegno di : Regione Veneto, Provincia di Treviso, Comune di Montebelluna, Assessorato alla Cultura, Biblioteca Comunale di Montebelluna, Cantine Ponte Associazione Cavatori Treviso, Fondazione Villa Benzi Zecchini, Circolo Hilal, Arci Treviso.Degustazione a cura del Ristorante Basilisco di Treviso con i vini della Cantina Ponte - Ponte di Piave.Ingresso 12,00 euro.I posti sono limitati, prenotazioni al 347.4767256 o email direzione@belteatro.it.

Il reading si propone come un raduno civile fatto di incontri, testimonianze, canzoni, monologhi. L'idea centrale del racconto poggia sulla convinzione che una parola è il veicolo per raccontare l'esperienza significativa di un'esistenza: tutte le esistenze che fanno grande un paese. Ogni artista ospite invitato dall'attore e regista Mirko Artuso, porterà un dono: la narrazione di una storia, leggendo un brano o cantando una canzone.Mirko Artuso ha scelto di iniziare, la quarta edizione da Montebelluna perchè, proprio da questa città, a Natale sono partiti due trattori, accompagnati da venti mucche, con destinazione Srebrenica e i villaggi vicini per la "Transumanza della Pace", organizzata e fortemente voluta da Roberta Biagiarelli e Gianni Rigoni Stern che la sera del 14 luglio racconteranno questo loro viaggio in Bosnia-Erzegovina. Il racconto sarà sottolineato dalle insolite sonorità della Tractor Band. Un Landini testa calda (mitico trattore monocilindro) dal suono inconfondibile e un piccolo ensemble di fiati accompagneranno la narrazione. Il mondo agricolo, le nostre origini contadine sono state raccontate sapientemente nel passato da un grande autore vicentino Luigi Meneghello, Gigi per gli amici.Natalino Balasso e Mirko Artuso sono stati amici di Gigi e straordinari interpreti delle sue pagine più intense; da "Libera Nos a Malo" a "Pomo Pero" passando per "Jura" e "Fiori Italiani", che per l'occasione faranno riscoprire al pubblico di Montebelluna


LIBROVAGANDO TREVISO domenica 15 luglio ex GIL piazzale Biblioteca Comunale dalle 19.30 (in caso di maltempo lo spettacolo si terrà al Cinema Teatro Aurora). Con Eugenio Allegri, Sandro Buzzatti, Andrea Appi & Ramiro Besa, Andrea Pennacchi, Ricky Bizzarro, Edu Hebling, John William Castano Montoya, Piccola Bottega Baltazar. Ideazione e regia Mirko Artuso con la collaborazione di Cristiana Sparvoli, Ricky Bizzarro e dell' Ass. Bel Teatro con il patrocinio e il sostegno di : Regione Veneto, Provincia di Treviso Comune di Treviso, Biblioteca Comunale di Treviso, Assessorato alla Cultura, Estate Trevigiana, Cantina Ponte, Associazione Cavatori Treviso, Fondazione Villa Benzi Zecchini, Circolo Hilal, Arci Treviso. Degustazione a cura del Ristorante Basilisco di Treviso con i vini della Cantina Ponte - Ponte di Piave. Ingresso 10,00 euro. I posti sono limitati, prenotazioni al 347.4767256 o email direzione@belteatro.it.

La serata trevigiana è un itinerario per acque, terra e pietra con uomini e donne che fanno grande un paese.Andrea Pennacchi accompagnato dalla Piccola Bottega Baltazar e dalla luce del tramonto racconterà di eroi: Mio padre è tornato senza racconti dalla sua guerra, quella che doveva essere l'ultima, mondiale come quella di Troia. Diceva che non aveva niente di epico la sua storia, solo brandelli, ricordi di fame, paura, il campo di concentramento. È per questo che mi ha regalato l'IIliade: per calmare la mia fame di storie, ed è per questo che ciclicamente torno all'Iliade.Sandro Buzzatti racconterà le storie del poeta veneto Romano Pascutto, storie di un mondo scolpito a tutto tondo con grande maestria nell'invenzione e nell'uso di una lingua particolare: il suo, il nostro dialetto. Frammenti della nostra vicenda patria negli anni del primo Novecento: la condizione della povertà rappresentata nella sua crudele realtà naturale e tra le barocche immagini proprie dell'inventiva popolare. Eugenio Allegri con i " pensieri lunghi " presenterà un'anteprima del suo nuovo monologo sulla vita di Enrico Berlinguer. Contro una politica che sempre più appariva intrigo, vanità e mestiere, Enrico il comunista che non volle imparare il russo, non amava il pugno chiuso e non voleva metter il colbacco, riuscì a incarnare, quasi per magia, l'idea nobilissima di una politica intesa come sacrificio, abnegazione, servizio. Le sue idee, i "pensieri lunghi" che hanno accompagnato la sua elaborazione anche etica (dalla questione morale all?austerità, dalla questione femminile alla solidarietà nazionale, dai temi della pace a quelli dell'uguaglianza sociale) sono ancora di pregnante, drammatica attualità e, rivisitati e portati oggi sulla scena, ci aiutano a capire meglio il nostro presente.Andrea Appi & Ramiro Besa (noti al grande pubblico come I Papu) intendono rappresentare, sul fil rouge di una visione divergente della realtà, la complessità del momento, certi che oramai solo l'ironia possa ricordarci la natura fallace dell?Uomo e la relatività di molti suoi comportamenti, ci mostrano quanto tutti noi, a volte, possiamo risultare ridicoli proprio nelle parole, nei gesti e, forse ancor di più, nei pensieri. Ricky Bizzarro accompagnato da Edu Hebling ( collaboratore di Ornella Vanoni, Sergio Caputo, Rosalia De Souza, Gino Paoli ) al contrabbasso e da Jhon William Castaño Montoya al violino (musicista di Fabrica) eseguirà alcune delle sue intense canzoni d'autore in lingua veneta. Canzoni che nonostante il lessico, che Ricky chiama "lingua madre", hanno attraversato i confini regionali e nazionali riscuotendo ovunque i favori di pubblico e critica.




Copyright (C) 2012. Marcadoc.it. Tutti i diritti riservati.