Newsletter Marcadoc




Mettiamo a nudo i Vini Cirotto


Sono Francesco, il Cantiniere di Cirotto. Premetto che non scrivo abitualmente su blog e siti internet... A dirla tutta, sono uno che non scrive affatto. Poco o niente (giusto il minimo indispensabile) resta scritto nero su bianco o salvato nei file del pc. Quindi in questa sede mi sento come quando si indossano un paio di scarponi di due taglie più piccoli; non mi sento proprio a mio agio (!), ma lo faccio per parlare di un tema che mi sta molto a cuore, e sul quale ho incontrato l’interesse (e le domande) di molti appassionati di vino: I solfiti.

Questa riflessione nasce dalle domande che mi vengono di frequente poste dai clienti e da numerosi consumatori che desiderano essere meglio informati in materia.

1) Cosa sono i solfiti nel vino e a cosa servono?
2) Ma i solfiti sono contenuti naturalmente nel vino oppure no?
3) Che cosa significa la scritta posta in retro etichetta “contiene solfiti”?
4) Sono dannosi per la salute del vino, e ancor di più, del consumatore che beve quel vino?

Lungi da me l’intento, in questa sede, di fare polemica sulla dannosità dei solfiti o di lanciare grida di allarme (ne sono già state lanciate in quantità e prima di oggi).

QUI OGGI VOGLIO FARE 2 COSE MOLTO SEMPLICI:

- Rispondere alle domande che mi vengono poste in tema solfiti,

- dirvi esattamente quali sono le quantità di solfiti che utilizzo io nei vini che produciamo qui in Cantina Cirotto. Rendere pubbliche le analisi di laboratorio dei propri vini è un gesto molto importante, significa dire esattamente come funzionano le cose dentro le mura della propria Cantina. E’ un modo per dire come la penso io (senza polemiche, prometto! Però dato che non so quando mi ricapiterà di scrivere ancora, lasciatemi questa soddisfazione di fare l’”opinionista per un giorno”).

Inizio dalla seconda.

Di seguito un po’ di dati relativi ai vini prodotti in Cantina Cirotto. L’attuale dicitura obbligatoria per legge “contiene solfiti” purtroppo non distingue chi ne utilizza “pochi” da chi invece ne utilizza “tanti”. Noi abbiamo deciso di dirvi esattamente quanti solfiti contengono i nostri vini.

OSSERVAZIONE IMPORTANTE: Secondo l’Unione Europea per i vini prodotti con pratiche enologiche tradizionali il quantitativo massimo consentito di Solfiti aggiunti è fissato a:

- 150 mg/lt. per i vini rossi
- 200 mg/lt. per i vini bianchi e rosati

Per i vini biologici il quantitativo massimo di solfiti aggiunti è fissato a:

- 100 mg/lt. per i vini rossi
- 150 mg/lt. per i vini bianchi e rosati

A questi link potete trovare le schede tecniche contenenti i dati relativi alla solforosa totale nei nostri Prosecchi. I valori sono quelli di un vino biologico.

1) ASOLO DOCG SUPERIORE Prosecco Extra Dry 2011
http://www.cirottovini.com/Schede_new_PSM_DOCG_ita.pdf

2) ASOLO DOCG SUPERIORE Prosecco Brut 2011
http://www.cirottovini.com/Schede_new_PSM_DOCG_BRUT_ita.pdf

3) ASOLO DOCG Prosecco Frizzante 2011
http://www.cirottovini.com/Schede_new_PFA_DOCG_ita.pdf

Con i prossimi imbottigliamenti nel corso del 2012 renderemo pubblico anche il contenuto di solforosa degli altri vini che produciamo.

Risposte alle domande 1 e 2:

In enologia la prima grande distinzione da fare, per stabilire cosa siano i solfiti, è quella tra solfiti presenti nel vino in quanto prodotti in modo naturale dalla fermentazione alcolica, e “solfiti aggiunti” che vengono appunto “aggiunti” dalla mano dell’uomo. I solfiti presenti naturalmente nel vino sono derivati dalla trasformazione dello zucchero in alcol, trasformazione che è resa possibile dai lieviti selezionati e inoculati.

I “solfiti aggiunti”, invece, sono un composto chimico e vengono aggiunti in forma liquida o solida (Anidride Solforosa SO2) per diverse ragioni;

a) Servono come Antiossidante

b) In certi casi i solfiti possono anche essere aggiunti nei mosti per arrestarne il naturale processo di fermentazione; pratica che viene usata per la conservazione del “mosto muto”, così chiamato per la mancanza di gorgoglìo tipico del processo fermentativo.

c) Prevengono la formazione di cariche batteriche che potrebbero alterare il vino.

Risposta alla domanda 3

La dicitura “contiene solfiti” riportata in retro-etichetta sta ad indicare che il contenuto di solfiti è superiore ai 10 mg/lt. Il produttore non ha l’obbligo di apporre in etichetta tale dicitura se il suo vino contiene solfiti in quantità minore ai 10 mg./lt.

Risposta alla domanda 4

Sì, un quantitativo eccessivo di solfiti, a lungo andare, può risultare dannoso sia per il vino stesso che per il consumatore. Le dosi assunte da un consumatore medio non sono tali da portare a conseguenze particolarmente gravi, ma in certi casi la loro tossicità può scatenare reazioni allergiche.Un consumatore consapevole sceglie sempre di informarsi sui vini che acquista e che consuma. I solfiti sono responsabili del “cerchio alla testa” che spesso si ha dopo avere bevuto ,eccessivamente, soprattutto vini di scarsa qualità. L’anidride solforosa è l’unica sostanza di cui si siano verificati gli effetti tossicologici, perciò è importante fare tutto il possibile per ridurre il suo impiego in enologia.

I solfiti, peraltro, va detto che non vengono utilizzati soltanto nel vino ma in tutto il settore alimentare in senso più ampio, come conservanti nel cibo, per prevenirne l’ossidazione. Alcuni esempi: vengono addizionati a surgelati, biscotti, frutta secca, conserve, succhi di frutta, aceto, marmellate, scatolame vario.

Per maggiori info:

CIROTTO VINI
Az.Vinicola Asolana
Via Bassanese, 51 - 31011, ASOLO - Italy

Per maggiori info puoi contattare: info@marcadoc.it

Cirotto Vini - Azienda Vinicola Asolana dal 1949

Cirotto Vini nasce nel 1949 nella splendida e storica cornice di Asolo, "Città del Vino", ultima fascia collinare prima delle Dolomiti. La passione di Leandro Cirotto, fondatore della cantina, si è allargata, nel susseguirsi di 3 generazioni, prima al figlio Giovanni, che ha portato l'azienda ad una rapida espansione nel corso degli anni '70-'80, e successivamente anche ai nipoti Monica, Barbara, Gilberto e Francesco, volti ed energie nuove per l'azienda, che hanno ridato vitalità a questa piccola realtà a conduzione familiare.

Il progetto di crescita dell'azienda, con la recente acquisizione di nuove superfici vitate e continui investimenti per il rinnovamento della cantina, vuole coniugare tradizione e innovazione, mantenendo fermo l'intento di essere votati all'eccellenza.

Attiva nel cuore di un'area DOC tradizionalmente vocata alla produzione di uve con caratteri organolettici adatti ai più esigenti estimatori, l'azienda rispetta in fase di produzione dei rigorosi requisiti per un prodotto finale di alta qualità.

La produzione "DOC Montello e Colli Asolani", comprende il Prosecco, il Manzoni Bianco, il Rosso Montello Superiore, il Cabernet Sauvignon DOC Superiore e il Merlot DOC Superiore.

I vini Cirotto hanno ottenuto ottimi riscontri anche all'estero, ultimo dei quali il recente riconoscimento conquistato al "Decanter World Wine Awards 2009" con il PROSECCO CIROTTO EXTRA DRY DOC Millesimato 2008, che ha ufficialmente acquisito con questa vendemmia la denominazione ASOLO D.O.C.G .

In un mondo sempre più massificato, queste nostre piccole realtà produttive, spesso a sola conduzione familiare, dove dominano grande creatività, accurata scelta delle materie prime e moltissima attenzione a tutto il processo di produzione, sono oggi la nostra vera ricchezza, un bene da valorizzare e difendere sempre più.

Degustazioni e visite

Asolo, famosa per essere chiamata la "perla della provincia di Treviso", è certamente una delle più apprezzate mete turistiche della regione veneto.
Per chi visita questi luoghi dalla storia millenaria, una visita alla cantina è una tappa da non perdere.
La Cantina Cirotto organizza visite guidate alla scoperta dell'affascinate mondo del vino con una presentazione e spiegazione tecnica dei nostri vini.
Insieme ai vini sono serviti alcuni assaggi gastronomici di prodotti tipici, sono possibili visite con degustazione anche in inglese e tedesco o per gruppi superiori alle 20 persone. Al termine della visita è possibile l'acquisto dei vini.

CIROTTO VINI
Az.Vinicola Asolana
Via Bassanese, 51 - 31011, ASOLO - Italy

Per maggiori info puoi contattare: info@marcadoc.it



Copyright (C) 2012. Marcadoc.it. Tutti i diritti riservati.