Newsletter Marcadoc




Il '700 musicale di Bellotto, concerto dei Solisti Veneti


Il '700 musicale di Bellotto

Concerto dei Solisti Veneti sugli itinerari del pittore celebrato a Conegliano

venerdi 9 marzo alle 21 al Teatro Accademia di Conegliano

«Sugli itinerari di Bernardo Bellotto – Musicisti italiani a Venezia, Dresda, Vienna, Varsavia». Ovvero, quando la musica sposa la pittura. E' quanto programmato per venerdi 9 marzo alle 21 al Teatro Accademia di Conegliano quando I Solisti Veneti, diretti da Claudio Scimone, dedicheranno una vera e propria celebrazione in musica al «Canaletto delle Corti Europee», delle cui opere prosegue l'esposizione a Palazzo Sarcinelli fino al 15 aprile. Sull'onda della vasta, variegata e immaginifica attività artistica di Bernardo Bellotto, i Solisti presenteranno un itinerario in cui si incasellano alcune fra le più belle e interessanti composizioni nate dal genio dei compositori italiani che nel Settecento – quindi esattamente negli stessi anni di Bellotto - lavorarono alle dipendenze delle medesime corti europee. Ecco, dunque, che la carta di sala parte dal Concerto in fa maggiore op. 5 n. 2 di Albinoni, cantata che nel 1717 celebrò la nascita di Maria Teresa d'Austria, per proseguire con il Concerto in si bemolle D 116 per violino e orchestra di Tartini, il Concerto in do maggiore per flauto, oboe e orchestra di Salieri, il Concerto in la minore per violino e orchestra di Fiorillo, per terminare con Antonio Vivaldi, il prete rosso, e i suoi Concerti in sol minore RV 577 «per l'orchestra di Dresda» per due flauti, due oboi, fagotto, violino e archi e in do maggiore RV 558 per due violini in tromba marina», due flauti, due salmoè, due mandolini, due tiorbe, violoncello e archi. Un viaggio che parte dunque dalla serenissima Venezia e poi porta a Dresda, immortalata da Bernardo Bellotto in una vivace tela, che ritrae la NeuMark Platz, commentata da uno dei più suggestivi concerti di Antonio Vivaldi, quello in sol minore RV 577 , sul cui frontespizio il musicista veneziano annotò di proprio pugno «fatto per l'Orchestra di Dresda». La serata tra musica e pittura gode della collaborazione del Comune di Conegliano e della Fondazione Antonveneta.

Informazioni e prenotazioni :
Conegliano presso libreria Quartiere Latino tel. 0438-411989 e libreria Canova tel. 0438-31889,
Treviso in prevendita da Mezzoforte tel. 0422-540365,
Padova presso l’ente «I Solisti Veneti» tel. 049. 666128.

articolo di Alessandro Valenti per www.tribunatreviso.it




Copyright (C) 2012. Marcadoc.it. Tutti i diritti riservati.