Newsletter Marcadoc




'I Grandi Solisti' 2012 a Conegliano - 20 aprile


Jin Ju



'I Grandi Solisti 2012'
5° Stagione Concertistica Coneglianese

Grande ritorno di Jin Ju

Non poteva che tornare colei che ha dato inizio nel 2008
alla Stagione Concertistica Coneglianese
“I Grandi Solisti”.

Il Concerto si terrà venerdi 20 aprile 2012
alle ore 20.45 presso il Teatro Accademia di Conegliano.

Fu grazie a lei ed al suo incredibile talento che l’evento ha riscosso enorme successo riuscendo ad avvicinare al mondo della musica da camera anche moltissimi giovani.

Rispetto all'esibizione del 2008, Jin Ju si esibirà accompagnata da un altrettanto importante quartetto d’archi i “Leipzinger Streichquartett”.
Fondato nel 1988 il Leipzinger Streichquartett è considerato in Europa, America, Asia ed Africa uno dei quartetti d’archi di riferimento della scena internazionale. Non a caso il New York Times scrisse nel 2002 : “Se esiste un suono di Lipsia, è questo!”. Un quartetto incredibile che si fonde con la perfezione del suono e di una sensibilità occidentale che solo Jin Ju può di nuovo regalarci.
“Jin Ju fu la prima a rapire letteralmente il pubblico – afferma il maestro Pollesel – e quest’anno insieme al quartetto d’archi i “Leipzinger Streichquartett” conquisteremo tutti”.

Di notevole importanza è che artisti di tale calibro, amati e seguiti a livello internazionale, vengano ad esibirsi per una piazza sicuramente più piccola rispetto alle loro abitudini ad un prezzo più unico che raro di € 20,00. Un’occasione davvero da non perdere.

A seguito del Concerto si terrà un brindisi offerto da Carpenè Malvolti e le prelibatezze di PER Perenzin per festeggiare insieme a tutti i partecipanti questi cinque anni pieni di successo.

N.B. L’Istituto Benedetti Michelangeli mette a disposizione una serata di GUIDA ALL'ASCOLTO dei brani del concerto tenuto dal Maestro Ezio Mabilia in data lunedi 16 aprile alle ore 20.30 presso la Casa della Musica in via del lavoro.


Leipzinger Streichquartett

_________

“I Grandi Solisti 2012”
Programma della serata

Prima parte

LUDWIG van BEETHOVEN (1770 - 1827)
- Sonata n.14 in Do diesis minore op. 27 n.2 "Al Chiaro di luna"
- Adagio sostenuto
- Allegretto e trio
- Presto agitato

JIN JU, pianoforte

ANTONIN DVORAK (1841 - 1904)
- Quartetto d'archi in Fa maggiore op.96 "Americano"
- Allegro ma non troppo
- Lento
- Molto vivace
- Finale: vivace ma non troppo

LEIPZIG STRING QUARTET

--------------------------------

Seconda parte

ROBERT SCHUMANN (1810 - 1856)
- Quintetto per pianoforte e archi in Mi bemolle maggiore op.44
- Allegro brillante
- In modo d'una marcia. Un poco largamente
- Scherzo: molto vivace
- Allegro ma non troppo.

JIN JU e LEIPZIG STRING QUARTET

Ingresso
Platea e galleria 22 €
Loggione 12 €
Posti Numerati

Prevendita
Istituto A. B. Michelangeli 331 919 6391
Libreria Canova 0438 22680
Quartiere Latino 0438 411989


Jin Ju


“Jin Ju è una dei migliori giovani pianisti che abbia sentito da anni. Il suo approccio entusiasmante e dinamico al far musica è semplicemente meraviglioso! …”
Bernard Lee, Sheffield Telegraph

Con una fusione unica tra tensione tutta orientale alla perfezione del suono e una sensibilità pienamente occidentale al canto e alle sottigliezze narrative, Jin Ju è una forte sorpresa per il pubblico oltre la Cina, dove è celebrata come una dei più grandi pianisti del suo Paese.
Nata a Shanghai da una famiglia di musicisti, intraprende lo studio del pianoforte a quattro anni. Dopo il Master al Conservatorio di Pechino, ottiene il Diploma d’Onore dell’Accademia Chigiana di Siena, nonché il Diploma e la Medaglia d’Oro in “Professional Performance” al Royal North Music College di Manchester.
Premiata in prestigiosi concorsi internazionali quali il Cajkovskij di Mosca e il Queen Elizabeth di Bruxelles, si è aggiudicata la vittoria di competizioni quali China National Piano Competition, Beethoven Society Competition di Londra, UNISA International Piano Competition, Concorso Pianistico Internazionale Theodor Leschetizky, Concorso Internazionale Rumeno di Bucarest.
Inizia a richiamare su di sé l’attenzione internazionale ben prima della celebre performance in Sala Nervi di Città del Vaticano, davanti a 5000 persone e al papa Benedetto XVI e trasmessa in mondovisione, dove si è esibita su sette pianoforti d'epoca (dagli inizi del sec. XIX ai nostri giorni).
Si è già esibita in alcune tra le più importanti sale da concerto dei cinque continenti, tra cui le Konzerthaus di Berlino e Vienna, la Bridgewater Hall di Manchester, la Sala Grande del Conservatorio di Mosca e il Palais de Beaux Arts di Bruxelles. In Italia è ospite regolare delle migliori sale, tra cui la Sala Verdi di Milano, il Teatro della Pergola di Firenze, la Sala Maffeiana di Verona, ecc. In Cina è regolarmente invitata a suonare in tutte le principali sale da concerto, ed è stata tra i primi pianisti ad essere invitati ad esibirsi all’interno della Città Proibita.
Ha collaborato ripetutamente in qualità di solista con importanti orchestre, tra cui la BBC Orchestra, la Belgian National Orchestra, l’Orchestra Philarmonique de Lìege (Belgio), la Oslo Symphony Orchestra, la South Africa New Philharmonic, la Johannesburg Philharmonic Orchestra, la Macao Symphony Orchestra, la Taiwan Symphony Orchestra, la Royal Northern College of Music, la Auckland Philarmonia Orchestra, la China National Symphony, la Russian State Symphony, la Wallonia Royal Chamber Orchestra, e molte altre.
La sua incisione dello Yellow River Piano Concerto con la Macao Symphony Orchestra ha ottenuto una diffusione enorme in tutta la Cina ed è stato inserito nella rosa dei primi 10 successi mondiali per la musica classica.
Il suo primo CD in occidente, per l’etichetta Frame (Italy www.quadroframe.com) con l’integrale degli Studi di Debussy, è stato accolto con forte entusiasmo da importanti firme sulle riviste specializzate. La Multigram Domo
Video (www.domovideo.com) ha inoltre pubblicato un DVD con sue esecuzioni di musiche di Haydn, Mozart, Beethoven, Chopin e Liszt.
Nell’estate 2010 Jin Ju ha firmato un contratto di esclusiva con l’etichetta tedesca MDG. Un primo CD dedicato a Schumann è stato rilasciato nel gennaio 2011.
I suoi concerti sono stati trasmessi in tutto il mondo, da NPR “Performance Today” negli USA, a "Sky Classica" in Italia; da "Canvas" in Belgio alla "BBC" in Inghilterra; e ripetutamente dalla televisione e dalla radio nazionale in Cina, ove i suoi programmi le hanno fatto ottenere premi speciali e importanti riconoscimenti dal Ministero della Cultura Cinese. Nel 2008 la Televisione di Stato Cinese CCTV ha realizzato un lungo ed approfondito documentario interamente dedicato alla sua vita e alla sua arte, trasmesso a più riprese sul canale tematico principale della nazione.
Jin Ju è membro di facoltà al Conservatorio Centrale di Pechino e ha insegnato al Royal Northern Music College di Manchester. Ha tenuto e tiene numerose masterclass in Cina, Europa e Stati Uniti ed è docente presso l'Accademia Pianistica Internazionale di Imola.
I suoi prossimi impegni comprendono tre esibizioni a Milano con l’Orchestra Verdi, recitals e un tour in Cina con la Macao Symphony Orchestra, un tour con I Virtuosi Italiani eseguendo i due Concerti di Chopin, ed altre tournées e concerti in Italia, Inghilterra, USA, Argentina, Francia e Germania.

 

Leipzig String Quartet

Stefan Arzberger, violino
Tilman Büning, violino
Ivo Bauer, viola
Matthias Moosdorf, violoncello


Fondato nel 1988, il Leipziger Streichquartett (LSQ) è considerato in Europa, in America, in Asia, in Africa uno dei quartetti d'archi di riferimento della scena internazionale.
Il Neue Züricher Zeitung ha descritto l’ensemble “uno dei massimi e più versatili quartetti del nostro tempo” e nel 2002 il New York Times scriveva: “Se esiste un suono di Lipsia, è questo!”.
Non a caso, tre dei membri del LSQ hanno ricoperto il ruolo di prime parti all’interno della Leipziger Gewandhaus Orkester, prima di dedicarsi a tempo pieno all’attività cameristica. Il gruppo si è perfezionato con l'Amadeus Quartet, Gerhard Bosse, Hatto Beyerle e Walter Levin ed ha ottenuto riconoscimenti dall'Amadeus Scholarship e dalla Foundation of Cultural Funds. Ha vinto molti premi internazionali, tra cui il secondo premio (primo non assegnato) all'ARD Competition di Monaco, il Busch Brothers Award, il Siemens Music Award (1992).
Il LSQ ha tenuto tournée in oltre 40 nazioni tra Europa, Nord e Sud America, Africa, Asia, Australia. InNord America si è esibito più volte nelle sedi più importanti: l’Alice Tully Hall del Lincoln Center, il ciclo quartettistico della Carnegie Hall nella Weill Recital Hall, la 92nd St. Y, The Frick Collection, Wolf Trap, the Library of Congress, e altre.
Il LSQ propone una propria stagione all’interno della Gewandhaus di Lipsia, dove offre tutti gli anni il grande repertorio della Prima e della Seconda Scuola Viennese e si spinge fino ai contemporanei: Beat Furrer, Christian Ofenbauer, Wolfgang Rihm, Steffen Schleiermacher, Jörg Widmann, Cristóbal Halffter etc.
Partners cameristici di prestigio come Juliane Banse, Christiane Oelze, Alfred Brendel, Hartmut Rohde, Michael Sanderling, Andreas Staier, Christian Zacharias ed altri arricchiscono ed espandono il già vastissimo repertorio del quartetto, che comprende oltre 300 opere di circa 100 compositori.
Le oltre 70 incisioni del Quartetto – su un repertorio che scorre da Mozart a Cage e comprende l’integrale delle opere di Brahms, Mozart, Mendelssohn Bartholdy, Schubert e tutta la Seconda Scuola Viennese – hanno incontrato grandi riscontri dalla critica internazionale, portando al gruppo riconoscimenti come il "Diapason d'Or" e il "Premios-CD-Compact", due nomination per il "Cannes Classical Award" e nel 1999, 2000, 2003 e 2008 l’"ECHO-Klassik". La loro incisione dell’opera completa di Schubert per quartetto è considerata da molti la pubblicazione più importante dell’anno Schubertiano 1997. Tra 18 incisioni del Quintetto "La trota", la rivista francese ha selezionato il disco del LSQ con Christian Zacharias come la miglior registrazione esistente di quest’opera. Ripetutamente il Quartetto ha vinto il Quarterly Prize of the German Record Reviewers, ultimo tra essi quello per l’incisione di "Minimax" di Hindemith con i Quartetti di Kurt Weill. Dal 1992, il Quartetto incide in esclusiva per Dabringhaus&Grimm Music Productions (MDG).
Dal 2009, il LSQ è stato invitato dal maestro Claudio Abbado a diventare membro della Lucerne Festival Orchestra e ad insegnare in qualità di professori ospiti alla Tokyo University of the Art (Geidai).




Copyright (C) 2012. Marcadoc.it. Tutti i diritti riservati.