Newsletter Marcadoc




Motus/Anagoor: la rivolta adolescente

MOTUS/ANAGOOR: LA RIVOLTA ADOLESCENTE

Una cartografia delle rivolte del contemporaneo sulle tracce di Antigone

Le capitali di tutta Europa s’infiammano. Analoghi movimenti incendiano l’altra sponda del Mediterraneo. Questi chiedono democrazia, quelli la interrogano. Anche in questo caso il teatro greco, fondante per l’identità europea, non mancò di segnare una traccia indelebile consegnandoci la figura luminosa di una giovane ribelle: fragile, fiera ed eccessiva come solo una ragazza può essere. Antigone. Sulle sue tracce si muovono i Motus: Syrma Antigònes (la traccia di Antigone) la cerca nelle rivolte del contemporaneo, per impronte e indizi lasciati sul terreno. Corre diverso ma parallelo il progetto Fortuny di Anagoor che insegue analoghe figure di giovani nascosti sotto una crisalide che vela, ma che fremono pronti a splendere o a colpire. Se ci si accinge a parlare d’Europa, non si può farlo se non guardando contemporaneamente alla sua memoria e alle istanze di chi abiterà il suo futuro.

Organizzazione e info: Anagoor


RESANA - Castelminio, La Conigliera, via Palù, 11
Giovedì 04 agosto - Ore 21.00

Syrma Antigònes: Too late!

Motus. Antigone, S. Calderoni . Creonte, V. Aleksic
Regia di E. Casagrande e D. Nicolo

Too Late! è un contest, una gara, dove Antigone si confronta con Creonte, secondo un crudo meccanismo di esposizioni e sfide che amplificano, in modo subdolo, i giochi di potere fra padri e figli, ma anche quelli dei “Nuovi Dittatori” d’oggi, che, nascosti dietro alle retoriche del “benessere” e del successo a tutti i costi, tentano di ammaestrare anche i dichiarati disobbedienti... Sulle tracce di Antigone si muovono i Motus. Prende avvio dal suo amore fuori misura, dal fuori misura del suo fare, dal suo smisurato attaccamento per il fratello morto, il progetto Syrma Antigònes (la traccia di Antigone), per poi andare alla ricerca della living-Antigone nelle rivolte del contemporaneo, lavorando per scie, impronte, indizi lasciati sul terreno: del resto è proprio il trascinamento del corpo del fratello, la sua ribelle velatura/sepoltura il centro della tragedia.

Ingresso € 10; tessera Anagoor € 4


CASTELFRANCO VENETO
Venerdì 05 agosto , Teatro Accademico Ore 21.00

Syrma Antigònes: Alexis. Una tragedia greca

Motus. Con S. Calderoni, V. Aleksic, B. Steinegger e A. Sarantopoulou. Regia di E. Casagrande e D. Nicolo

Antigone, archetipo del cittadino che si confronta con il potere politico, diventa occasione per riflettere sulle urgenze dei giorni nostri. L’evento scatenante è la morte di Alexandros-Andreas Grigoropoulos, Alexis, quindicenne di Atene, ucciso nel 2008 da un colpo di pistola esploso dall’agente di polizia Epanimondas Korkoneas. Alexis, vittima della rivolta, è diventato una nuova icona ribelle della gioventù greca. Molti adolescenti, dopo la morte del ragazzo, sono scesi in strada per esprimere la loro indignazione e hanno manifestato a lungo il loro disagio, portando con sé la rabbia accumulata da tempo per la crescente condizione di emarginazione in cui vivono, realtà resa ancora più urgente dalla situazione di grave crisi economica che attanaglia l’Europa di oggi.
Un vero e proprio lavoro sul campo: dialoghi, interviste, frammenti audio e video, testimonianze raccolti ad Exarchia, Atene, luogo del tragico evento.

Villa Revedin Bolasco
Ore 23.00

Fortuny: Augurami fortuna

Anagoor. Con P. Dallan e M. Guizzon. Regia di S. Derai

Una grande installazione video e sonora immaginata per gli ampi spazi di Villa Revedin Bolasco. Wish me luck, Augurami fortuna, è il titolo di uno dei video che articolano il progetto teatrale Fortuny. In questa installazione site-specific si compenetrano l’affresco per immagini di una Venezia antica e buia e il tessuto sonoro di canti antichi. Le immagini prendono ispirazione da un episodio storico che vide coinvolta, nei primi anni del 1500, la meglio gioventù veneziana - la stessa che compare nei teleri di Vittore Carpaccio prima fonte d’ispirazione anche per il poliedrico Mariano Fortuny. All’alba del declino della Serenissima un gruppo di ragazzi fu autore di un gesto dal forte valore simbolico: una notte, fracassò e distrusse tutte le gondole in Canal Grande. La mattina successiva Venezia ammutolì di fronte allo scempio, cattivo presagio.

Ingresso intero € 14; ridotto € 10 (under 26, over 65 e soci Anagoor). Biglietto valido per entrambi gli spettacoli


RESANA - Castelminio, La Conigliera, via Palù, 11
Domenica 07 agosto , Ore 21.00

Fortuny: How much fortune can we make?

Anagoor. Con M. Callegari. Regia di S. Derai

Una riproduzione gigante del celebre Miracolo della Reliquia della Santa Croce di Vittore Carpaccio è l’oggetto attorno a cui ruota questo movimento performativo di Fortuny. Il dipinto rappresenta la vita brulicante della serenissima metropoli: Rialto con il suo ponte mercato a cavallo delle due rive. Su una loggia laterale, ai margini del commercio, è in atto un rito di esorcismo. L’azione del performer, che si para di fronte all’immagine, consiste in un ballo di pre-parazione per carpire nel vortice la nota stonata, la vibrazione della frattura in atto ai margini, quasi la folla urbana (preti, rappresentanti del governo cittadino, mercanti indigeni e stranieri…) premesse la sofferenza, il dolore, fuori dal recinto del mercato, placcandone e comprimendone la forza perversa.

Ore 22.00
Fortuny: Con la virtù come guida e la fortuna per compagna

Anagoor. Con M. Callegari, P. Bragagnolo, M.Menegoni, R. Berti, A. Bragagnolo, P. Dallan e M. Guizzon. Regia di S. Derai

Ingresso € 10; tessera Anagoor € 4. Biglietto valido per entrambi gli spettacoli

Carnet tre serate € 30; soci Anagoor € 25
Prevendita presso le sedi degli spettacoli dalle ore 18.00





Copyright (C) 2011. Marcadoc.it. Tutti i diritti riservati.