Marcadoc.it : Turismo, Cultura e Informazione
nella Provincia di Treviso
 

Google


Il rancio e' servito


L'ascom promuove una iniziativa per far conoscere la cucina della Prima Guerra Mondiale

Ciascun soldato al fronte, durante il primo conflitto mondiale, aveva a disposizione cibo per circa 4000 calorie.


700 grammi di pane (cotto in forni militari costruiti nelle retrovie), 350 grammi di carne, 150 grammi di pasta o riso, e – a volte - un quarto di vino erano il rancio tipico delle truppe, che arrivava alla trincea, dalle cucine someggiabili, “a bordo” di muli.


Com’era questo rancio? Spesso era scotto e freddo, ma garantiva ai soldati l’energia necessaria grazie a ingredienti (pane bianco, pancetta, carne, cioccolato, Cordiale - per gli Italiani; pane con patate, wurstel, crauti, rhum - per gli Austriaci), che in qualche modo riflettevano l’identità nazionale in tavola.


Studiare (scoprire) la Grande Guerra, dalla prospettiva del piatto (della gavetta o della marmitta), è l’opportunità che una ventina di ristoratori del Vittoriese, coordinati da Confcommercio, offrono sino a novembre. Per tutta l’estate e parte dell’autunno, i ristoranti che hanno aderito all’iniziativa, proporranno due menù-di-guerra (uno storico a 15 euro e uno speciale a 30 euro) ispirato agli ingredienti usati dagli eserciti coinvolti nel conflitto. “Chi sceglie di assaggiare la storia – spiega il presidente Adriano Casagrande – riceverà anche un fascicolo monografico su oggetti, suppellettili, “ingredienti” che hanno accompagnato i soldati nella terribile prova della prima guerra mondiale.”

Tra i vari fascicoli, curati da Sintesi&Cultura di Vittorio Veneto, interessante e curioso quello relativo alle bottiglie di birra ritrovate in trincea, che ci dicono come questa bevanda fu traversale ai vari eserciti. In Italia fino al 1917 esistevano decine di fabbriche di birra (Birra Venezia, Birra Longarone,…) che poi vennero assorbite dalla Dreher di Trieste.

La Grande Guerra in Cucina


Ristorante Da Carlo, San Giacomo
Ristorante Al Postiglione
Hostaria via Caprera
Osteria Da Lauro
Ristorante “Terme”
Bar Pizzeria 128
Urban cafè e Restaurant
Ristorante “Da Claudio”, a San Loenzo
Pizzeria ristorante Ae Volte
Pizzeria Da Gennaro
Ristorante Al Larin, Carpesica
Osteria La Checchina
Ristorante osteria “Alle colonne”
Ristorante Flora
Wine bar Pizzeria Europa
Ristorante Le Macine
Taverna Da Peo

 

notizia tratta da : www.oggitreviso.it

 

news collegate:

Concerti lungo la Linea del Piave

Il rancio e' servito

Senza vinti nè vincitori

A Nervesa Rivive la Memoria della Battaglia del Solstizio

Una Guida Interprovinciale ai luoghi della Grande Guerra

Gli eventi della provincia per celebrare i 90 anni dalla fine della Grande Guerra

Il Libro: Voci dall'Inferno di Ghiaccio

In marcia verso l'adunata sui sentieri della Grande guerra

La Piave, fiume di guerra e di pace

Iniziative per ricordare la Grande Guerra

Tre conferenze per la Grande Guerra

Sentieri di pace



Copyright (C) 2008. Marcadoc.it. Tutti i diritti riservati.